Alla Rampiconero Failli e Gaddoni centrano l'obiettivo

martedì 19 settembre 2017


La 16a edizione della Rampiconero va in archivio con un altro grande successo. Oltre mille i concorrenti complessivamente al via, per una gara che sa sempre regalare grandi emozioni. Molto battagliata la prova maschile, che ha visto il confronto serrato tra i due alfieri della Cicli Taddei, Francesco Failli e Francesco Casagrande, contrapposti ai due portacolori dello Scott Racing Team, Cristiano Salerno e Paolo Colonna, con l’inserimento del giovane Under 23 Alessandro Naspi (Superbike Team). In campo femminile dominio per Elena Gaddoni (Cicli Taddei), che ha preceduto Jennifer Fiori (Bike Therapy), Alice Lunardini (Cicli Taddei), Daniela Stefanelli (Team Cingolani) e Silvia Scipioni (Cicli Taddei). La gara era valida per i circuiti IMA ScapinTour 3 Regioni ScottCiclo Promo Appennino SuperbikeBike Tour Coppa Marche e Fci Campionato Regionale Point to Point.

Camerano (AN), una giornata iniziata non certo sotto i migliori auspici, con ad un’ora dal via la pioggia che creava non poche preoccupazioni, dopo i forti temporali del giorno precedente. Fortunatamente, quando gli atleti entravano in griglia la pioggia si placava e poco dopo avrebbe lasciato spazio al sole che ha accompagnato i concorrenti lungo tutta la gara.

La Rampiconero è una gara apprezzata da tantissimi bikers, che ogni anno manifestano il consenso con la loro partecipazione, una gara dove si respira aria di festa, vuoi per la vicinanza del mare, vuoi per le meravigliose colline del Conero. La gara di Camerano regala sempre grandi emozioni, complice anche l’impeccabile organizzazione del Crazy Bike del presidente Galizio Caraceni, egregiamente coadiuvato da un gruppo affiatato e competente.

Già sabato pomeriggio si respira aria di competizione, ma la prima novità di questa edizione è stata la gara giovanile, che ha preso il posto dell’XCE. Purtroppo proprio all’ora del via un violento temporale ha flagellato la gara, costringendo i giudici a ridurre la distanza della prova, che comunque si è svolta e ha visto tanti giovani confrontarsi su un bel percorso.

Domenica, alle 9.30 il via, la gara prende il via con un giro di lancio nel paese di Camerano, modificato rispettoalle versioni precedenti.

Il percorso 2017 prevede alcune modifiche del tracciato, senza stravolgerne la natura con tanti strappi nella parte iniziale e finale del percorso e la lunga ascesa che porta al Monte Conero, per un totale di 43 km e oltre 1.700 metri didislivello positivo.

Dopo il via un lungo serpentone si lancia nella prima parte di gara, molto veloce e divertente. Sui primi strappi si avvantaggiano in tre, la coppia dello Scott Racing Team, Cristiano Salerno e Paolo Colonna, con Francesco Failli (Cicli Taddei), poco più dietro in compagno di team Francesco Casagrande.

Casagrande riesce a riagganciare i tre fuggitivi e all’attacco del Monte Conero, con le rocce rese scivolose dalle piogge e il duo della Taddei riesce a staccare Salerno e Colonna, con qualche difficoltà in più per l’aderenza, costretti, come la quasi totalità dei partecipanti, a mettere più volte il piede a terra.

La lunga discesa non cambia di molto la situazione e al passaggio sulla spiaggia Sirolo è Failli a transitare solitario al comando, con al suo inseguimento Casagrande e Salerno in terza posizione. Nel finale di gara nessuno scossone, con Failli che va a vincere precedendo Casagrande e Salerno.

Failli

Casagrande

Salerno

Il giovane Under 23 Alessandro Naspi è autore di un’ottima rimonta, andando a precedere Colonna che nel finale si difende dal rientro di Leopoldo Rocchetti, Davide Di Marco e Lorenzo Pierpaoli, mentre Alessio Agostinelli e Serghey Mikhailouski completano la Top 10.

La gara femminile vede Elena Gaddoni (Cicli Taddei) da subito al comando, sempre in controllo.

Elena Gaddoni in azione

Alle sue spalle Jennifer Fiori (Bike Therapy) riesce a tenere saldamente la seconda piazza, mentre la lotta è serrata per il terzo gradino del podio tra Alice Lunardini (Cicli Taddei), Daniela Stefanelli (Team Cingolani), seconda assoluta nell’edizione 2016, e Silvia Scipioni (CicliTaddei), che chiudono nell’ordine dopo uno splendido confronto giocato sul filo dei secondi.

Gaddoni


 

Le classifiche

Maschile

1 Francesco Failli (Cicli Taddei) 1:53:35.0

2 Francesco Casagrande (Cicli Taddei) 1:54:16.0

3 Cristiano Salerno (Scott Racing Team) 1:55:03.0

4 Alessandro Naspi (Superbike Team) 1:57:00.0

5 Paolo Colonna (Scott Racing Team) 1:58:10.0

6 Leopoldo Rocchetti (Bike Therapy) 1:58:13.0

7 Davide Di Marco (Race Montain Forcarelli) 1:58:16.0

8 Lorenzo Pierpaoli (Team Cingolani) 1:58:22.0

9 Alessio Agostinelli (Superbike Team) 1:59:19.0

10 Serghey Mikhailouski (Mondobici) 2:03:18.0

Femminile

1 Elena Gaddoni (Cicli Taddei) 2:21:14.0

2 Jennifer Fiori (Bike Therapy) 2:28:46.0

3 Alice Lunardini (Cicli Taddei) 2:30:40.0

4 Daniela Stefanelli (Team Cingolani) 2:32:23.0

5 Silvia Scipioni (Cicli Taddei) 2:32:31.0

6 Ylenia Colpo (Team Estebike Zordan) 2:37:16.0

7 Monica Petruccioli (G.S.Poppi) 2:37:55.0

8 Sara D'angelo (Crazy Bike) 2:41:31.0

9 Angela Campanari (Superbike Team) 2:48:11.0

10 Beatrice Balducci (Haibike Lawley Factory Team) 2:49:55.0

A seguire la consegna delle maglie dei circuiti IMA Scapin,  Tour 3 Regioni Scott e Fci Campionato Regionale Point to Point, poi le ricchissime premiazioni che hanno visto premiare i primi 12 di ogni categoria.

I complimenti al Crazy Bike per l’ottima organizzazione, sicuri che anche in futuro sapranno proporre una Rampiconero di altissimo livello qualitativo e forse per l’edizione 2018 ci riserveranno una gradita sorpresa.

Sottolineiamo il ricchissimo pasta party, aperto a tutti, che offriva la sceltatra numerosissimi piatti, cosa che ha stupito ed accontentato anche i più critici.

 (Aldo Zanardi)