Billi e Sosna alla 20a GF Costa degli Etruschi

venerdì 11 maggio 2018

La ventesima edizione della GF Costa degli Etruschi ha riscosso l’ennesimo successo, con quasi 1.000 atleti iscritti, malgrado il maltempo che ha dissuaso gli ultimi indecisi. Il marathon, ridotto a 65 km dei 73 originali per evitare un tratto particolarmente compromesso dalle abbondanti piogge, è stato teatro di grandi sfide, sia in campo maschile sia in campo femminile. Alla fine a spuntarla sono stati Jacopo Billi e Katazina Sosna. La gara era prova valida per i circuiti Italian MTB Awards Scapin e Coppa Toscana.

Marina di Cecina (LI), ha ospitato la ventesima edizione della storica gara toscana. Quasi 1.000 gli atleti iscritti, un po’ meno i partenti per via dell’abbondante pioggia che, contrariamente alle previsioni, ha flagellato la costa tirrenica, con grande rammarico di Daniele Gronchi e l’MTB Club Cecina dopo tanto lavoro per presentare un percorso in perfette condizioni con nuove interessanti varianti.

Confortevole come sempre l’accoglienza del New Camping Le Tamerici, a Marina di Cecina, che ha egregiamente ospitato tutta la logistica della gara e l’arrivo, mentre la partenza era posta nel cento di Marina di Cecina, per una gara che alla fine ha fatto segnate 65 km e 1.800 metri di dislivello positivo. Numerosissimi single track, alcuni dei quali resi molto insidiosi dalle abbondanti piogge.

Alle 8.30 l’apertura delle griglie, da subito affollatissime, con lo speaker Alfio Montagnoli, affiancato per la partenza da Tiziano De Cristoforo, impegnato ad intervistare tutti i potenziali protagonisti di giornata, dato puntuale alle ore 9.30.

Schierati moltissimi atleti di spicco del panorama nazionale, dal neo campione europeo Alexey Medvedev con Francesco Failli e Elena Gaddoni per la Cicli Taddei, Daniele Mensi e tutto il Soudal LeeCougan, Katazina Sosna e Riccardo Chiarini per il Torpado-Südtirol Mtb Pro Team, Elia Favilli (Bike Innovation – Focus – Pissei), Marzio Deho e Jacopo Billi (Cicli Olympia).

A pochi minuti dalla partenza Giove Pluvio si scatena con un acquazzone che accompagna i concorrenti per la prima parte di gara, una decina di chilometri di asfalto che allungano il gruppo, con numerosi frazionamenti.

Dopo 8 km, in località Guardistallo, il gruppo di testa comprende ancora tutti i migliori, mentre tra le donne è Elena Gaddoni al comando, con una manciata di secondi su Katazina Sosna, con poco più dietro Silvia Scipioni (Cilcli Taddei) e Valentina Ribechini (Ciclissimo Bike Team).

A Casale Marittimo, dopo 15 km di gara, Failli transita al comando, ma il gruppo di testa è ancora folto, con una dozzina di bikers allungati in fila indiana. Nel frattempo Katazina Sosna riaggancia la Gaddoni, iniziando un confronto ravvicinato che si protrarrà a lungo.

Sulla salita della Sassa, al 25° km, il gruppo è decisamente assottigliato, con al comando sempre Failli, seguito da Chiarini, Billi, Favilli e Mensi, mentre Medvedev, incappato in una giornata negativa, perde terreno, per poi ritirarsi.

Failli e ChiariniMensiRonchiMedvedev

Nella parte finale della salita è Mensi a sferrare l’attacco, seguito dal tandem Billi e Failli, poi Chiarini e poco dietro Favilli.

Mensi al comando sulla SassaBilli e Failli all’inseguimentoChiariniFavilli

Deho, dopo tanti successi in questa gara, si è dovuto accontentare di un piazzamento

Al comando della gara femminile transita la Sosna, seguita a pochi metri dalla Gaddoni, mentre più staccate sono sempre Scipioni e Ribechini, con Alice Lunardini quinta.

Katazina SosnaElena GaddoniSilvia Scipioni

Sulla successiva salita Billi raggiunge Mensi e guadagnando terreno sugli inseguitori lungo il tratto che porta a Bibbona.

Nell’ultimo strappo è Billi a sferrare l’attacco, staccando Mensi.

Jacopo Billi al traguardo

Jacopo Billi percorre solitario i chilometri finali, giungendo sul traguardo con il tempo di 2:52:22, mentre Failli riesce a rimontare su Mensi, che in quest’ordine completano il podio.

Billi e Mensi

Riccardo Chiarini chiude 4°, seguito dagli atleti della Soudal LeeCougan, Cristian Cominelli, Stefano Valdrighi e Luca Ronchi, mentre a completare al top 10 sono Cristiano Taliani, Matteo Spinetti e Tommaso Vanni.

Katazina Sosna

La gara femminile, dopo una lotta ravvicinata per molti chilometri, vede prevalere nel finale la Lituana Katazina Sosna precedendo un’ottima Elena Gaddoni. Silvia Scipioni completa il podio, seguita da Valentina Ribechini e Alice Lunardini.

Sosna e Gaddoni

Le classifiche

Marathon maschile

1 Jacopo Billi (Cicli Olympia) 2:52:22

2 Francesco Failli (Cicli Taddei) 2:53:09

3 Daniele Mensi (Soudal LeeCougan Mtb Racing Team) 2:55:40

4 Riccardo Chiarini (Torpado-Südtirol Mtb Pro Team) 2:59:15

5 Cristian Cominelli (Soudal LeeCougan Mtb Racing Team) 2:59:16

6 Stefano Valdrighi (Soudal LeeCougan Mtb Racing Team) 3:00:55

7 Luca Ronchi (Soudal LeeCougan Mtb Racing Team) 3:00:55

8 Cristiano Taliani (New Bike 2008 Racing Team) 3:01:49

9 Matteo Spinetti (Cicli Taddei) 3:02:36

10 Tommaso Vanni (Cicli Taddei) 3:02:37

Marathon femminile

1 Katazina Sosna (Torpado-Südtirol Mtb Pro Team) 3:36:00

2 Elena Gaddoni (Cicli Taddei) 3:36:31

3 Silvia Scipioni (Cicli Taddei) 3:43:18

4 Valentina Ribechini (Ciclissimo Bike Team) 3:45:10

5 Alice Lunardini (Cicli Taddei) 3:50:05

6 Cristiana Lippi (Ciclissimo Bike Team) 4:07:27

7 Ylenia Colpo (Atheste Bike) 4:11:21

8 Susanna Chaussadis (Team Bike Pionieri) 4:32:27

9 Beatrice Mistretta (New Bike 2008 Racing Team) 4:32:28

10 Valeria Amadori (Cicli Taddei) 4:34:44

Al termine della gara ricco pastaparty, nel corso del quale si è svolto il processo alla tappa IMA Scapin, con a seguire le premiazioni.

Le maglie verdi IMA

Grande soddisfazione per aver gestito ottimamente una situazione metereologica non facile per Daniele Gronchi e l’MTB Club Cecina, artefici dell’ennesimo successo organizzativo, pronti per un’edizione 2019 scintillante, sperando in un po’ più di fortuna per le condizioni climatiche.

Highlights

 

Aldo Zanardi

(Ph: Solobike.it)

 

Fonte: Solobike.it